NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Studio

Abbonamenti del bus scontati

Per studenti e professori: intesa tra Tper e Università di Bologna

E' stata raggiunta l’intesa quinquennale tra l’azienda Tper e l’Università di Bologna, che prevede notevoli agevolazioni per studenti e docenti sull’acquisto degli abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico. Gli sconti per bus e treni partiranno dal 1° novembre e, per l’area urbana, il costo sarà di 180 euro all’anno anziché 220 (per gli under-27) o 300.

"Il che vuol dire che un ragazzo dell’Università potrà usare i mezzi pubblici per tutto l’anno a meno di 50 centesimi al giorno. Il risparmio è di 40 euro al minimo, di cui non godranno solo gli studenti dell’Alma Mater, ma anche i docenti e i ricercatori", ha illustrato Giuseppina Gualtieri, presidente e amministratore delegato di Tper. "Siamo molto soddisfatti per l’accordo raggiunto, che punta a migliorare e rendere più sostenibile la mobilità su Bologna per studenti e docenti dell’Università", ha dichiarato il rettore Francesco Ubertini. Le agevolazioni, ha continuato il rettore, saranno il risultato di un "impegno comune" condotto assieme all’azienda di trasporti pubblici, in cui l’ateneo sosterrà uno sforzo finanziario di circa 430 mila euro. Un accordo che l’Alma Mater ha sottoscritto in attuazione del progetto “Mi muovo libero”, una delle misure del programma “Multicampus sostenibile” per rendere più accessibile l’Università.

È stato il Consiglio degli studenti a farsi promotore dell’accordo tra le parti, con un lavoro durato più di un anno. "Siamo felici per questa facilitazione", ha detto Fabiana Marraffa, la presidente del Consiglio degli studenti. "Oltre allo sconto sull’abbonamento valido per tutti gli studenti, abbiamo previsto la pubblicazione di un bando a dicembre per garantire ulteriori agevolazioni", ha spiegato. Saranno infatti in 4.000 gli studenti in graduatoria che potranno beneficiare di abbonamenti al costo, ulteriormente scontato, di 99 euro. I criteri di eleggibilità saranno stabiliti dallo stesso Consiglio, che conta di farvi rientrare tutti quegli studenti che avrebbero avuto diritto a un alloggio Ergo ma non l’hanno ottenuto (circa 200 giovani).

Saranno presi in considerazione anche parametri come il reddito e la distanza tra alloggio e luogo di studio. Gli sconti sull’abbonamento ai mezzi Tper riguarderanno, infine, anche gli studenti in scambio, cioè gli stranieri (Erasmus e non) che vengono a Bologna per studio. Per loro, l’abbonamento sarà disponibile a un prezzo simbolico di appena 10 euro. "Giusto per coprire i costi vivi", ha spiegato il rettore Ubertini.

Agevolazioni saranno previste anche per gli abbonamenti extraurbani a zone e per quelli extraurbani del bacino di Bologna integrati ai servizi urbani del capoluogo, di Imola e di Ferrara. La procedura di acquisto scontato sarà disponibile online, sul portale dell’Università. Dopo avere effettuato l’accesso con le credenziali istituzionali di Ateneo, gli studenti potranno acquistare l’abbonamento in qualunque momento dell’anno, decidendo la decorrenza del proprio titolo di viaggio. Il ritiro della tessera sarà possibile a distanza di alcuni giorni presso la biglietteria Tper di via Marconi.

archiviato sotto: