NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Partecipazione

S.F.I.D.E. School of Food, Innovation, Digital & Environment

Un contest per promuovere la cultura alimentare nelle scuole

S.F.I.D.E., acronimo di “School of Food, Innovation, Digital & Environment” è un progetto patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna rivolto a tutte le classi degli
Istituti Superiori della Regione che ha l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti sui temi della sostenibilità alimentare e ambientale.

Nato nel 2014 con il nome di “Bologna School of Food”, il progetto si propone come uno strumento tramite cui trasmette ai giovani studenti dai 14 ai 18 anni gli importanti valori connessi al tema dell’alimentazione attraverso l’utilizzo virtuoso dei social network. A seguito del grande successo conquistato, il progetto si è presto allargato e, dalla città di Bologna, è arrivato a interessate l’intera Regione. Il grande entusiasmo raccolto ogni anno presso le scuole del territorio è ben testimoniato dai numeri dell’ultima edizione che ha visto la partecipazione di ben 48 classi per un totale di 1.500 partecipanti attivi tra studenti, insegnanti e Dirigenti Scolastici.
S.F.I.D.E. si propone come un progetto innovativo e dinamico in grado di unire contenuti culturali ad attività divertenti e coinvolgenti, nel tentativo di alimentare lo spirito di squadra e il legame tra mondo reale e virtuale in un periodo in cui il divario digitale e generazionale è ancora sensibilmente ampio. Il tutto, naturalmente, valorizzando le eccellenze gastronomiche italiane (dall’Aceto Balsamico di Modena IGP al Pecorino Romano DOP passando per l’Arancia di Sicilia IGP e il Radicchio di Treviso IGP).
Nonostante le difficoltà attraversate dalle scuole a causa della pandemia, anche quest’anno il progetto è stato accolto con entusiasmo da parte di tutti gli Istituti coinvolti. Mentre gli Istituti
Alberghieri hanno continuato a cimentarsi nella creazione di ricette e video, tutti gli altri Istituti scolastici hanno approfondito gli aspetti maggiormente connessi alla comunicazione: dalla
creazione di loghi ai calendari editoriali con post e storie dedicati ai prodotti DOP e IGP.
Il progetto, infatti, prevede due percorsi distinti: “Sfide Professional”, il percorso rivolto esclusivamente alle classi degli Istituti Alberghieri dell’Emilia-Romagna che propone una serie di
riflessioni sui valori dell’alimentazione, della condivisione, dell’innovazione virtuosa, dell’ecosostenibilità, della solidarietà e della cittadinanza attiva e un percorso rivolto a tutti gli
Istituti Superiori del territorio, dunque anche a quegli studenti il cui piano di studi esula dal settore enogastronomico, per i quali il progetto viene declinato in chiave culturale e l’obiettivo, in questo caso, diventa far conoscere l’importanza storica e culinaria dei prodotti tipici del nostro patrimonio agroalimentare. Nell’ultima edizione il progetto ha visto un’importante novità: l’avvio di una serie di laboratori virtuali tenuti dai Consorzi, vere e proprie occasioni interattive di approfondimento delle eccellenze italiane.

Ma in cosa consiste il contest? L’edizione 2021/2022, nel suo percorso professionale rivolto agli Istituti Alberghieri, prevede che ogni squadra in gara (cioè ogni classe) rivisiti due piatti salati della tradizione emiliano-romagnola. Gli studenti, attraverso la rivisitazione dei piatti devono proporne due nuove versioni e scrivere due brevi testi che raccontino le ricette, descrivano gli ingredienti e motivino le scelte effettuate riguardo l’uso dei prodotti.
Ogni classe è poi invitata a fare una proposta rispetto agli strumenti di comunicazione che utilizzerebbe per far conoscere e per pubblicizzare i propri piatti. L’organizzazione del progetto selezionerà le classi che avranno descritto nel modo più efficace e convincente le modalità di promozione delle proprie ricette e pubblicherà le foto dei piatti salati sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram di SFIDE.

Nella sua versione rivolta a tutti gli Istituti Superiori, invece, S.F.I.D.E. propone quest’anno due attività principali: “E tu che DOP hai?” e “Un’arancia rossa al giorno”. La prima, realizzata in
collaborazione con il Consorzio dei Salumi DOP Piacentini, prevede che le classi realizzino un breve video capace di raccontare ai propri coetanei che cosa significhi la sigla DOP per un
alimento e perché sia importante, collegando questi concetti ai Salumi DOP Piacentini.
L’attività “Un’arancia rossa al giorno”, realizzata in collaborazione con il Consorzio Arancia Rossa di Sicilia IGP, prevede invece che le classi realizzino un breve video che racconti ai propri coetanei le qualità benefiche dell’Arancia Rossa di Sicilia IGP.
Infine, tutte le classi che avranno svolto almeno una delle due attività potranno anche realizzare una ricetta che contenga come ingredienti almeno un Salume DOP Piacentino e/o l’Arancia Rossa di Sicilia IGP.
Studenti, scuole e docenti interessati a partecipare all’edizione 2021/2022 possono iscriversi fino al 15 dicembre 2021. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito internet http://www.progetto-sfide.eu/