NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Partecipazione

A breve arriveranno nuovi bandi per i giovani

L'Assessore regionale Mezzetti ha riunito gli amministratori: "Mettiamo in sinergia giovani, cultura e legalità"

A quasi un anno esatto dall'inizio del suo mandato in Regione, l'Assessore regionale Massimo Mezzetti ha convocato tutti gli amministratori alle Politiche Giovanili dell'Emilia-Romagna, l'Anci e gli operatori del settore per presentare le azioni adottate sino ad ora, illustrare i nuovi bandi che partiranno a breve e raccogliere indicazioni e proposte.

Un momento di confronto particolarmente importante, soprattutto per capire come rendere le misure che la Regione Emilia-Romagna mette in campo per sostenere le giovani generazioni sempre più efficaci e rispondenti alle loro reali necessità. Per avere un quadro ancora più definito l'Assessore ha infatti comunicato agli amministratori la sua volontà di avviare nei prossimi mesi una serie di incontri diffusi su tutto il territorio regionale

"Dobbiamo pensare ad una progettualità che sia sempre più aperta e flessibile e in grado di intervenire in spazi nuovi - ha dichiarato Mezzetti illustrando le linee principali degli interventi regionali. "La fase in cui per politiche giovanili si intendevano principalmente misure di contrasto del disagio - ha sottolineato - è ormai del tutto superata. Ora è necessario intervenire sulla promozione dell'agio, sul sostegno all'occupazione, anche quella legata alla creatività, e sulla crescita della partecipazione attiva e responsabile dei giovani nella comunità in cui vivono". 

Si irrobustisce così la sinergia tra vari settori di intervento: cultura, giovani, legalità ma anche attività produttive e formazione. Da quest'anno, infatti, oltre ai finanziamenti previsti dalla legge regionale 14/2008 e da Geco4 per un totale di 640.000 euro, saranno destinati ai giovani anche una parte dei fondi della legge 37/1994 sulla promozione culturale. 

Durante l'incontro sono stati presentati tutti i progetti attivi finanziati con fondi regionali e con il fondo nazionale per le Politiche Giovanili: la rete GA/ER che supporta e promuove i giovani creativi dell'Emilia-Romagna, il lavoro di documentazione e analisi svolto dall'Osservatorio regionale per le politiche giovanili, il sistema dellaYoungercard e il compito, prezioso, che esercitano i 72 punti Informagiovanipresenti sul territorio regionale nel fornire consulenza ad oltre un milione di utenti. 

Dati, numeri, riferimenti normativi e contatti sono stati inseriti in un agile e sintetico quaderno di lavoro. Scarica il materiale 

Tanti i contributi raccolti durante la mattinata da parte degli amministratori e degli operatori: dalla necessità di rafforzare la rete degli Enti Locali e di implementare la collaborazione tra tutti i soggetti, come le Università, che operano sul fronte giovanile al fine di razionalizzare le misure ed evitare di riprodurre interventi simili, alla richiesta di chiarimenti su come affrontare alcune procedure in seguito al riordino istituzionale. 

"Molte riflessioni potrebbero trovare spazio all'interno del nuovo bando sulla legge regionale 14/08 - ha concluso l'Assessore - ed altre le torneremo ad approfondire insieme, negli incontri che faremo sul territorio". 

Un breve video racconta la giornata.