InsolvenzFest 2019

InsolvenzFest 2019
Quando dal 19/09/2019 alle 18:50
al 22/09/2019 alle 13:00
Dove Bologna
Aggiungi l'evento al calendariovCal
iCal

Quattro giorni, trenta relatori, quindici appuntamenti per l’edizione 2019 di InsolvenzFest, il festival promosso dall’Osservatorio sulle crisi d’impresa (OCI), che quest’anno concentra le proprie riflessioni su “Il tempo dei debiti”. Giuristi, filosofi, economisti, giornalisti e artisti approfondiranno alcuni dei temi più attuali per professionisti, studenti e studentesse, cittadini e cittadine interessate a comprendere alcune delle principali dinamiche sottese alle sfide della contemporaneità: la crisi, l'insolvenza, la corruzione, le mafie e il debito pubblico.

In programma a Bologna da giovedì 19 a domenica 22 settembre 2019, InsolvenzFest si snoda lungo un percorso che, spaziando dalla filosofia al diritto, dall’economia alla statistica, dal lavoro alla tecnologia, permette di comprendere nessi e implicazioni esistenti tra tempo e debiti, tra il presente, il futuro, le difficoltà del quotidiano e le crisi di sistema.

All’interno di sei location di prestigio - Convento di San Domenico, Sala Borsa, Cineteca di Bologna, Palazzo Zambeccari, Palazzo Segni e Palazzo Isolani - si parlerà della relazione complessa tra tempo, diritto e denaro con approfondimenti su di mafia e radicamento nei territori,di  risparmi individuali e paure collettive, di ambiente e criminalità, di intelligenza artificiale e impatto sull’occupazione, di nuove povertà, di debiti privati e debito pubblico, di economia della carità, di corruzione e concorrenza imperfetta, di condizioni di vita nelle carceri, democrazia, rappresentanza e lobby di potere, reddito di cittadinanza e lavoro a cottimo.

Un programma veramente ricco e assolutamente da non perdere! Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero ma è richiesta la registrazione sul sito.

Sotto la direzione di Massimo Ferro, coordinatore dell’OCI e consigliere della Corte di Cassazione, InsolvenzFest si svolge con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Città metropolitana di Bologna, del Comune di Bologna e dell’Università di Bologna, in collaborazione con Fondazione Forense Bolognese, Associazione dei Curatori dei CTU del Tribunale di Bologna, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna, Ordine degli Avvocati di Bologna, Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna, Consulenti del Lavoro – Consiglio provinciale di Bologna e della Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna.

Un focus su alcuni dei temi trattati

L’intenzione dell'iniziativa è approfondire il significato culturale ed etico del debito e i limiti della sua sostenibilità e tutti gli appuntamenti sono di grandissimo spessore. Curiosando all'interno del programma abbiamo individuato alcuni confronti che ci sentiamo di segnalare, a partire proprio dall'apertura della rassegna. A dare il via al Festival, giovedì 19 settembre nella Sala Mastroianni del Cinema Lumière, sarà la lezione dell'attore Stefano Bicocchi, in arte Vito, sul "tempo dei debiti", il tema centrale dell'ottava edizione di InsolvenzFest.

Venerdì 20 settembre, presso il Convento Patriarcale di San Domenico, Massimo Ferro (Consigliere della Corte di Cassazione) intervisterà Bruno Inzitari (ordinario di diritto civile Università Bicocca) e Vera Gheno (la sociolinguista che ha gestito l'account Twitter dell’Accademia della Crusca e che attualmente collabora con Zanichelli) sul tema del tempo dei debiti e sulle correnti empatiche che si sviluppano verso soggetti inadempienti fino a trasformarne lo stato da irresponsabili a vittime. 

Il debito di suolo e di aria e quindi il problema dell'inquinamento saranno oggetto, sabato 21 settembre, delle riflessioni del giornalista e capodirettore dell'Avvenire Toni Mira e del Consigliere della Corte di Cassazione Luca Ramacci. Un’occasione per apprendere non solo le norme, ma soprattutto il costume delle condotte amministrative e d’impresa, le sanzioni e le prescrizioni.

Giorgio Spedicato, professore associato di diritto commerciale dell’Università di Bologna, e Riccardo Rovatti, professore ordinario di ingegneria elettronica dell'Alma Mater, affronteranno, sabato 21 settembre, il tema dell'intelligenza artificiale e del suo rapporto con il lavoro umano. Nella stessa giornata Paolo Ielo, sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale di Roma, dialogherà con il vicedirettore de La Repubblica Sergio Rizzo in merito al fenomeno corruttivo delle classi decidenti italiane, un sistema criminale che in dieci anni ha divorato 100 miliardi di Pil e che provoca la diminuzione degli investimenti esteri del 16% e fa aumentare del 20% il costo complessivo degli appalti.

Ad InsolvenzFest si parlerà anche di reddito di cittadinanza con Alessandro Somma (ordinario Università di Ferrara) e Alberto Orioli (vicedirettore de il Sole 24 Ore). Per tutti coloro che sono interessati e vogliono approfondire questa misura e gli altri provvedimenti presenti in ambito assistenziale l'appuntamento è per domenica 22 settembre alle ore 10.50 in Sala Borsa. Subito dopo vi invitiamo a fermarvi nell'Auditorium Enzo Biagi della biblioteca perché alle 12 Luigi Cavallaro (ordinario Università di Ferrara) e Chiara Brusini (giornalista de il Fatto Quotidiano) approfondiranno un argomento che tocca da vicino e pesantemente le vite, precarie e senza diritti, di troppi giovani, nell'incontro "Dalla pizza al vuoto: il cottimismo dei riders e le pedalate non assistite".  

In ultimo, InsolvenzFest è anche cinema! Torna anche quest'anno l’atteso blob d’autore di Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna. Non perdete la lezione di cinematografia “Un milione di milioni…più uno!” che si terrà presso il Cinema Lumière sabato 21 settembre alle ore 12.45. A partire da "Miracolo a Milano", il capolavoro di Vittorio De Sica, Farinelli proporrà un montaggio di sequenze dedicato alla povertà e all’indebitamento.

Non vi basta? Ecco qui il programma completo (pdf, 4.2 MB)

Maggiori informazioni le trovate sul sito

archiviato sotto: