NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Estero

European Youth Together

Aperto il bando Erasmus +KA3. Budget di 5 milioni di euro

È aperto il bando “European Youth Together” nell’ambito del programma Erasmus Plus Azione Chiave 3 – Sostegno alla riforma delle politiche.
Con un budget complessivo di 5 milioni di euro verranno finanziate 10-15 proposte con un contributo compreso tra 100.000 e 500.000 euro, a copertura al massimo dell’80% dei costi totali.

Il bando, che scadrà il 28 luglio 2020, sostiene progetti volti a creare reti di partenariato regionale tra organizzazioni giovanili di almeno 5 paesi in stretta collaborazione con i giovani per stimolare il dibattito sull’Unione Europea, la partecipazione civica e il senso di appartenenza all’UE. Possono partecipare organizzazioni no-profit con sede negli Stati membri dell’UE, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Macedonia del Nord, Serbia e Turchia. In qualità di partner possono partecipare inoltre gli enti pubblici nazionali, regionali e locali.

Temi prioritari e obiettivi specifici

Le tematiche che dovranno essere al centro dei progetti (EU Youth Goals) sono: società inclusive; informazione e dialogo costruttivoEuropa verde e sostenibile

In particolare, verranno sostenute le progettualità che mirano a promuovere e sviluppare una cooperazione strutturata, online e offline, tra organizzazioni giovanili per partenariati incentrati sulla solidarietà e la partecipazione democratica e inclusiva di tutti i giovani in risposta alle conseguenze della pandemia da Covid-19 e in linea con le tematiche prioritarie sopraindicate. Inoltre, saranno prese in considerazione le attività che coinvolgeranno le organizzazioni giovanili in iniziative che incoraggino i giovani a partecipare al processo democratico e alla discussione sul loro rapporto con l’Unione Europea e i suoi valori e fondamenti democratici e quelle che promuoveranno la partecipazione di gruppi sottorappresentati e svantaggiati di giovani in politica, nelle organizzazioni giovanili e in altre organizzazioni della società civile.

Le reti create potranno organizzare scambi, percorsi formativi e permettere ai giovani stessi di sviluppare progetti congiunti attraverso attività in presenza o a distanza.

Maggiori informazioni sul bando sono su questo sito