NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Creatività

Res derelictae, Tarasconi e Scazza rileggono la vita in fabbrica

Alle Officine Meccaniche Reggiane, la mostra surreale dei due giovani artisti

Un ritrovamento fortuito in un vecchio capannone di un’importante realtà industriale ormai non più in attività e un piccolo archivio fotografico danneggiato dal tempo e dall’acqua che narra di un mondo operaio oggi scomparso, poi la suggestione di due artisti che vedono in quelle immagini sbiadite e nei segni astratti del tempo un nuovo modo di raccontare le storiche Officine Meccaniche Reggiane: così nasce

“RES Derelictae. La fabbrica produce ancora?”, mostra ideata da Dario Tarasconi e Andrea Scazza e a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei dal 10 settembre al 16 ottobre presso il Tecnopolo di Reggio Emilia, Capannone 19 delle ex Officine Reggiane.

La mostra, evento collaterale a “Un tocco di classe. L’occupazione delle Reggiane 1950-51” nel Capannone 18, si compone di una cinquantina di fotografie posizionate lungo il perimetro del capannone accanto a un apparato video e audio che riproduce alcuni contenuti multimediali relativi alla realizzazione del progetto.

“Questa inedita iconografia fotografica Jolie Laide - spiegano i due artisti - sospesa tra l’onirico ed il surreale, è capace di strappare all’oblio i frammenti della memoria di un luogo simbolo della storia del ‘900 e di restituirceli con una potenza estetica e visiva sconvolgente. La fabbrica ha permesso l’incontro di due anime artistiche apparentemente lontane, ma entrambe accomunate dall'interesse di “scavare sul fondo” e arrivare alla radice delle cose».

Nel corso dell’esposizione saranno organizzati diversi eventi collaterali: domenica 18 settembre, Sala conferenze del Tecnopolo, ore 17.30, incontro sul tema “Migrazioni, diritto di asilo, frontiere” con Gianfranco Schiavone (ASGI, Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione), Chiara Marchetti (CIAC Onlus) Duccio Facchini (AltrEconomia) e Federica Zambelli (Città Migrante); sabato 24 settembre, Sala conferenze del Tecnopolo, ore 17.30, incontro sul tema “Lo sfruttamento nel piatto” con Antonello Mangano (Terrelibere.org), Umberto Franciosi (Cgil Emilia Romagna), Cesare Trabace (CRID - Unimore); domenica 25 settembre, Sottopasso della Stazione Centrale (Piazzale Europa), ore 10.30- 18.00, “Under the Skin”, jam session di graffiti; domenica 9 ottobre, Sala conferenze del Tecnopolo, ore 17.30, incontro sul tema “Dipendenze, detenzione, identità migranti” con Sara Manzoli (scrittrice), Mohamed Sabri (mediatore linguistico- culturale) e Luca Magnavacchi (educatore di Riduzione del Danno); domenica 16 ottobre, Sala conferenze del Tecnopolo, ore 17.30, incontro sul tema “Lo sguardo avanti” con Ahmed Abdullahi (scrittore), in dialogo con Dario Tarasconi e Andrea Scazza. 

La mostra è realizzata in collaborazione con CGIL Camera del Lavoro Territoriale di Reggio Emilia, STU Reggiane Spa e Parco Innovazione Reggiane, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Reggio Emilia e della Regione Emilia- Romagna.

Per approfondimenti: www.res-derelictae.com.

archiviato sotto: ,