NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Creatività

PHOTOGRAPH-ER: il racconto della prima edizione 2021

Il progetto di workshop, seminari e incontri rivolto a giovani professionistə

photographer_primaedizioneSi è concluso il corso di formazione per giovani fotografi PHOTOGRAPH-ER, iniziato giovedì 22 aprile 2021 con la prima lezione online. PHOTOGRAPH-ER si è configurato come percorso formativo totalmente gratuito che la Fondazione Palazzo Magnani insieme a Officina Educativa – Partecipazione Giovanile e Benessere (il servizio del Comune di Reggio Emilia cui afferiscono le politiche per la creatività giovanile) ha organizzato e promosso grazie al contributo di Regione Emilia-Romagna e Associazione GA/ER.

Oltre 120 fotografə hanno partecipato alla selezione, da quasi tutte le province emiliano-romagnole (54 da Bologna, 19 da Reggio Emilia, 13 da Modena, 12 da Parma, 7 da Rimini, 6 da Ferrara, 5 da Forlì e Cesena, 4 da Ravenna). Il livello delle candidature pervenute ha reso difficile il compito della giuria che, considerando la capacità tecnica e progettuale di ogni fotografə, alla fine ha ritenuto di selezionare 14 partecipanti invece dei 10 preventivati:

Francesco Andreoli, Cristiano Barducci, Federica Belli, Massimo Cavallari, Filippo Cavalli, Arianna Ferretti, Giulia Frigieri, Bianca Maldini, Camilla Marrese, Elisa Massara, Alessandra Sarritzu, Martina Simonato, Alice Vacondio, Angelo Vignali.

Grande è stata la connessione con il Festival Fotografia Europea. Al primo incontro dedicato alla presentazione del corso e dei partecipanti ne sono seguiti altri 5 – sempre online – nei quali i partecipanti hanno potuto confrontarsi ed entrare in contatto diretto col mondo della fotografia: artisti, curatori e galleristi presenti a Reggio Emilia grazie alla loro partecipazione a uno dei festival internazionali più importanti d’Italia. In particolare, i giovani fotografə hanno potuto incontrare curatorə come Giangavino Pazzola (curatore a Camera – Centro Italiano per la Fotografia), Daniele De Luigi (curatore di Fondazione Modena Arti Visive e del progetto “Giovane Fotografia Italiana”) e Arianna Rinaldo (direttore artistico Cortona On The Move) e photoeditor  quali Renata Ferri (iO Donna), Elisa Medde (Foam Magazine) e Raffaele Vertaldi (photo editor and visual consultant). Si sono avvicinati, inoltre, al mondo dell’editoria specializzata grazie ai contributi di Milo Montelli (Skinnerboox), Tommaso Parrillo (Wittybooks), Claudio Corrivetti (Postcard edizioni) e del fotografo Tomaso Clavarino, e hanno incontrato i galleristi Claudio Composti (Mc2gallery, Milano), Marcella Manni (Metronom, Modena) e Irene Crocco (Viasaterna, Milano). Infine, hanno condiviso un incontro con alcuni fotografi della nuova edizione del Festival Fotografia Europea: Walter Guadagnini (direttore di Camera Torino e membro della direzione artistica di Fotografia Europea) ha, infatti, dialogato con Joan Fontcuberta, Piergiorgio Casotti e Lebohang Kganye.

photographer_2021

 

Il 12 e 13 giugno si sono invece tenuti i primi 2 workshop, finalmente in presenza, nei locali di SD Factory, lo spazio dedicato alla creatività del Comune di Reggio Emilia: il primo tenuto da Mario Cresci, dal titolo Segni Migranti. Site-specific, spostamenti delle linee di confine, ha approfondito il concetto di site-specific in fotografia; il secondo tenuto da Vittorio Mortarotti e Anush Amzehian, dal titolo Agire da primitivo e prevedere da stratega, ha approfondito il documentario come spazio di ibridazione dei diversi linguaggi della fotografia.

Il 19 e 20 giugno – sempre in presenza presso SD Factory – i partecipanti hanno seguito i due workshop Personality before portfolio e Agorà fotografica, curati rispettivamente da Erik Kessels e Alex Majoli.

 

Sempre nella giornata del 19 giugno, i partecipanti  hanno potuto iscriversi gratuitamente alle tradizionali letture portfolio organizzate all’interno del Festival Fotografia Europea. Photoeditor ed esperti del settore hanno visionato il loro portfolio – oltre a quelli di molti altri candidati – per dispensare consigli e suggerimenti. Tra tutti i partecipanti la giuria, presieduta da Denis Curti, ha selezionato il progetto di  Francesco Andreoli come miglior portfolio under 30, premiandolo con la pubblicazione su “Fotografare e con la stampa del progetto stesso a cura di Fotofabbrica(Piacenza).  A testimoniare il valore di questo giovane fotografo selezionato è da segnalare un ulteriore riconoscimento: Francesco Andreoli è risultato, infatti, anche il vincitore di “RESET”, la open call promossa dal Sistema Festival Fotografia (la rete nata nel 2017 dalla volontà di cinque festival di fotografia italiani – Fotografia Europea, Cortona On The Move, SI FEST, Festival della Fotografia Etica e Photolux Festival).

 

Il gruppo di giovani fotografi ha partecipato in maniera costante e attiva a tutto il percorso. Si è creato fin da subito un buon clima relazionale tra i partecipanti e tra loro e lo staff. Non ci sono stati abbandoni e i momenti in presenza hanno contribuito a rafforzare le connessioni e ad aprire nuove prospettive anche con i formatori. Oltre ai workshop, i partecipanti hanno potuto visitare in maniera collettiva le principali mostre, accompagnati dagli stessi organizzatori del festival, e la Fondazione Modena Arti Visive, accompagnati da Daniele De Luigi.

In aggiunta al gradimento degli iscritti, l’iniziativa ha riscosso successo anche tra i formatori che ne hanno molto apprezzato la spinta innovativa e il taglio che ha saputo ben coniugare la dimensione artistica con quella legata al pro-working.

 

archiviato sotto: ,,