NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Creatività

Passaggi. Call per videomaker under 35

Raccontate le barriere, i limiti, i confini e i muri del nostro presente

Ci sono alcune parole che sono entrate a far parte di una sorta di alfabeto pandemico perché ci hanno accompagnato, e continuano a farlo ancora ora, durante questi mesi di emergenza sanitaria. Barriere, confini, limiti sono sicuramente tra queste. 

L'invito che il Comune di Reggio Emilia rivolge ora a giovani videomaker tra i 18 e i 35 anni è quello di svolgere una riflessione più ampia su questi termini, di interrogarsi su come gli esseri umani costruiscano limiti fisici e mentali. Un sentiero di ricerca probabilmente infinito e dalle molteplici diramazioni. E per questo molto stimolante!

Esistono barriere personalissime, intime e fondanti della nostra stessa identità. Poi ci sono i limiti alla nostra libertà, che non sono dettati da noi stessi, ma dal sistema in cui nasciamo e cresciamo, dalle leggi e dalle norme sociali, dalla cultura a cui, per nascita o convenzioni, ci sentiamo di appartenere. Ci sono anche barriere che innalziamo per scelta, come opera di protezione verso alcuni luoghi della nostra mente o verso gli altri o verso il mondo, ed altre che rischiano di trasformarsi in ideologie, riferimenti identitari innalzati per difenderci da tutti coloro che non appartengono al nostro stesso gruppo, che talvolta diventano anche muri e fili spinati.

Ci sono confini territoriali, tracciati dalla natura o dagli uomini, che in alcune parti del mondo sono soglie percorribili e attraversabili ed in altre sono pericolose frontiere, oltre le quali i diritti umani non esistono. E c’è chi rischia la vita, ogni giorno, per tentare di attraversarle.

La call Passaggi-tra barriere e altri limiti vuole raccogliere le vostre narrazioni, interpretazioni e vissuti sulle barriere, i limiti, i confini ed i muri del nostro presente. E vi invita a farlo attraverso la produzione di un cortometraggio

Il bando e le informazioni per partecipare alla call

La partecipazione al concorso è gratuita ed aperta a ragazzi e ragazze, in forma singola o associata, tra i 18 e i 35 anni alla data di scadenza del bando, di qualsiasi nazionalità, residenti o domiciliati in Emilia-Romagna. Agli autori e alle autrici dei cortometraggi vincitori saranno assegnati premi in denaro che vanno da 1.500 a 500 euro

Per iscriversi è necessario compilare il form al seguente link ed inviare all’indirizzo mail: il file contenente il proprio video. Potete utilizzare WeTransferFilemail o JumboMail. Avete tempo fino al 12 ottobre 2020

Scaricate il bando di concorso (pdf, 204.0 KB) e gli allegati:

archiviato sotto: ,,