NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Creatività

Nasce stART, lo sportello dedicato alla creatività giovanile

Da Reggio Emilia un’occasione per i e le giovani creativə dell’intera regione

stART-sportello-creativo-reggio-emilia

Dal 4 maggio è attivo stART - comode consulenze per lavorare con l'arte, il nuovo sportello dedicato ai e alle giovani creativə dai 18 ai 35 anni residenti in Emilia-Romagna che desiderino intraprendere percorsi di professionalizzazione del proprio talento per fare di quest’ultimo una professione. L’iniziativa - promossa dal Comune di Reggio Emilia con il finanziamento della Regione Emilia-Romagna - avrà una sede fisica presso gli spazi di SD Factory, ma lo sportello fornirà i propri servizi anche online e sarà accessibile ai giovani creativi dell’intera regione. 

 

La genesi del progetto

Fin dalla sua apertura, nel febbraio 2019, il laboratorio creativo SD Factory si è caratterizzato per essere fabbrica di idee, progetti e creatività e, ben presto, è stato capace di attrarre attorno a sé una vera e propria community di artisti e giovani creativi attivi nelle arti visive, performative, musicali e mediali, solo per citarne alcune. È proprio da loro che è emersa la necessità di essere supportati, orientati e indirizzati per cercare di fare delle proprie competenze creative una vera professione. Così, sulla base di queste motivazioni, è nata l’idea dello sportello, la cui realizzazione è stata possibile grazie al filone di finanziamento regionale Geco 9

Lo sportello, la cui gestione è stata affidata, mediante procedura ad evidenza pubblica, ad Arci Reggio Emilia (che lavorerà in collaborazione con la Cooperativa Papa Giovanni XXIII), è stato presentato in una conferenza stampa alla quale hanno preso parte l’Assessora a Educazione e Conoscenza del Comune di Reggio Emilia Raffaella Curioni, la Responsabile delle Politiche giovanili, Servizio cultura e giovani della Regione Emilia-Romagna Marina Mongozzi, il vicepresidente e responsabile del Servizio Cultura Arci Reggio Emilia Stefano Bertini, Luca Delmonte della Cooperativa sociale – Centro sociale papa Giovanni XXIII, Cristina Severi e Nicolò Fantini, referenti Arci dello sportello. 

stART-sportello-creativo-arci-reggio-emilia

“Abbiamo scelto di chiamare questo nuovo servizio stART”, ha detto l’assessora Raffaella Curioni, “per sottolineare l’attenzione all’arte e alla creatività e per testimoniare la voglia di una nuova partenza a seguito della pandemia. Ci tengo a sottolineare che lo sportello si inserisce in una serie di sforzi messi in campo dall’Amministrazione comunale volti a rendere i giovani sempre più co-costruttori delle azioni e dei progetti a loro dedicati”. 

 

“StART”, hanno detto Cristina Severi e Nicolò Fantini, referenti Arci esperti di management, progettazione culturale e organizzatori di rassegne e concerti a livello locale e nazionale, “è un servizio gratuito di consulenza e supporto che può contare sulla collaborazione di esperti del settore: i giovani che accederanno allo sportello potranno ricevere informazioni su opportunità formative, aspetti amministrativo-burocratici legati al mondo della cultura e dello spettacolo, comunicazione e autopromozione, reperimento di risorse e opportunità di finanziamento, organizzazione e promozione di produzioni artistiche.Oltre a individuare percorsi di professionalizzazione e formazione per i giovani creativi, lo sportello avrà inoltre un ruolo di facilitatore nella costruzione di reti tra enti e realtà attivi in ambito artistico-culturale”. 

 

Il contesto di SD Factory

Lo sportello stART ha trovato naturalmente “casa” all'interno degli spazi di SDFactory, il laboratorio creativo promosso dal Comune di Reggio Emilia e gestito dalla Cooperativa Papa Giovanni XIII con la supervisione del servizio Officina Educativa, dedicato alla sperimentazione, alla formazione e alla produzione culturale attraverso i linguaggi della contemporaneità. La Factory ospita laboratori sui diversi linguaggi artistico-creativi (arti grafiche, danza, teatro, foto e video), rassegne, proiezioni, concerti e performance artistiche di giovani reggiani under 35: all’interno trova spazio anche lo Studio Seltz, storica sala prove con annesso studio registrazione. 

Il progetto – cofinanziato da Comune di Reggio Emilia e Regione Emilia-Romagna sostiene e promuove il principio del ‘circuito virtuoso’, impegnato ad incentivare i soggetti che utilizzano spazi e attrezzature della Factory a restituire allo spazio le opportunità ricevute, mettendo a disposizione una parte del proprio tempo e delle proprie competenze. “L’obiettivo”, ha detto Luca Delmonte della Cooperativa sociale papa Giovanni XXIII che gestisce gli spazi, “è quello di creare una collaborazione condivisa, a partire dalle proprie specificità, allo sviluppo del progetto SD Factory insieme alla rete degli altri soggetti che la abitano”.

 

Lo sportello stART, aperto tutti i martedì (esclusivi festivi) dalle ore 15 alle ore 18, riceve su appuntamento, online o in presenza: per contattare lo sportello è possibile scrivere una mail a start.sdf@arcire.it o compilare il form sulla pagina www.sdfactory.it/stART.

 

Gli altri sportelli della regione Emilia-Romagna

Sportello Centro Musica Modena

Il centro Musica Modena, oggi parte dell'Assessorato alle Politiche Giovanili, si rivolge ad un'utenza di musicisti e operatori del settore musicale con un'offerta diversificata di servizi. Il Centro comprende un complesso di 5 sale prova Mr.Muzik, il locale per musica dal vivo Mr.Muzik Off, un ufficio di consulenza e informazione sulle tematiche legate al diritto d'autore e alla legislazione musicale (Siae, Enpals, contratti), un ufficio promozione per l'organizzazione di eventi e attività musicali e un settore legato all'attività di formazione sia per musicisti che per figure professionali della filiera musicale. Il Centro si configura quindi come luogo di incubazione e di sviluppo di idee, spazio per la formazione e la consulenza, luogo di produzione artistica, programmazione e gestione di eventi locali e regionali. I percorsi formativi sono realizzati e progettati nella direzione dello sviluppo di capacità professionali artistiche, organizzative, tecniche e gestionali delle giovani generazioni, con una particolare attenzione alle nuove tecnologie e ai new media. 
 

Young Creative Toolkit - Sportello Creativo a cura di Emiliodoc APS / CODE cultural collective

L'associazione Emiliodoc APS nasce grazie ad esperti ed esperte dell'ambito audiovisivo e dei documentari, per diversi anni svolge attività di formazione con le scuole, partnership con vari festival e produce diversi documentari. Dal 2018 alcuni membri sono parte di DAS - Dispositivo Arti Sperimentali. Nel tempo l'associazione si amplia con nuovə professionistə della fotografia, della progettazione culturale, del graphic design e della comunicazione digitale. Dal 2020 collabora con l'Informagiovani del Comune di Bologna con cui, attraverso la co-progettazione, realizza diversi servizi rivolti aə giovani: incontri informativi e utili insieme da esperti su diverse tematiche come partita iva, bandi culturali, crowdfunding, filosofia del fallimento e da quest'anno propone nuovi servizi ed attività.
Nuovi incontri online su servizio civile, volontariato, startup, lavoro creativo e freelance, guide e podcast su come realizzare un portfolio e molto altro; si apre un nuovo sportello che si aggiunge a quelli già presenti all'Informagiovani, Young Creative Toolkit che è già iniziato e si rivolge agli under 35, in particolare a studenti e studentesse o laureati e laureate interessati ai diversi ambiti creativi e artistici.

archiviato sotto: ,,