NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Creatività

Ecco PC Radio Cult

La nuova webradio di Piacenza che si occupa di musica e arte locale

Il panorama delle webradio di giovani dell'Emilia-Romagna, che l'Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione ha riunito in un tavolo regionale di confronto e di elaborazione di progetti comuni, è in continua crescita. L'ultima arrivata? PC Radio Cult, webradio di Piacenza che si occupa di musica e arte locale in tutte le sue forme.

Il gruppo, composto da Alberto Marvisi, tecnico audio-luci, Ottavia Marenghi, direttrice artistica di InSincronia e della scuola di danza Petit Pas, Claudia Passaro, direttrice artistica di InSincronia insieme a Ottavia e creatrice della compagnia di danza contemporanea Incongruo, e Martina Vitelli, danzatrice e insegnante di danza, è nato dalla passione comune per l’arte e la danza che li ha fatti conoscere al Teatro Trieste34, di cui sono parte dello staff e da dove trasmettono la radio. Il Teatro rappresenta per loro un punto di riferimento importante come lo è anche il suo fondatore nonché attore ed imprenditore, Filippo Arcelloni, che nel 2006 ha deciso di riqualificare l’ex officina meccanica in disuso per creare uno spazio polifunzionale e dare l’opportunità a giovani artisti e artiste di esibirsi e farsi conoscere. Il Teatro Trieste34 ha segnato il punto di partenza del progetto, perché Filippo Arcelloni, “il moderno mecenate” come lo chiamano loro, ha da subito appoggiato l’idea della radio prestando il Teatro come “casa” per la trasmissione.

Ma facciamo un passo indietro, come è nata l’idea della webradio?
La scintilla si è accesa nel Marzo 2020, nel pieno del primo lockdown, quando Claudia ha iniziato a collaborare con una radio biellese inviando brani musicali tramite la piattaforma MIXRL, direttamente dalla stanza di casa sua. Presa dall’entusiasmo di questa breve esperienza radiofonica ha pensato che un modo per far ripartire il suo settore lavorativo fosse quello di creare nello spazio teatrale uno studio web radiofonico. La proposta, accolta positivamente dagli altri componenti del gruppo, ha preso slancio anche grazie al contributo assegnato dalla Regione attraverso il bando "Giovani Protagonisti" nel 2020. 
Così, in concomitanza con la rassegna teatrale streaming “la Castagna Matta” in cui sono stati trasmessi vari spettacoli teatrali di danza, prosa e visual comedy, ha preso il via la radio.

L’idea del nome è nata dall’unione di CULT che sta per cultura e PC che sta per Piacenza, un modo semplice e conciso per attrarre gli ascoltatori e le ascoltatrici e rappresentare la loro particolarità di trattare solo cultura e musica a KM 0 affrontando di mese in mese una forma di arte diversa: a gennaio le arti visive, a febbraio il cinema e a marzo la danza. Il format ha già coinvolto molti ospiti tra cui pittori e pittrici, galleristi/e ed illustratori e illustratrici e sta riscontrando un certo successo tanto che lo scorso 13 febbraio sono riusciti a trasmettere dalla prestigiosa Galleria Biffi Arte di Piacenza raccontando le opere d'arte del pittore Ludovico Mosconi. La radio è quindi oggi una realtà in crescita che aspira a espandere il palinsesto e lo speakeraggio fino a sostenersi economicamente in maniera autonoma seguendo anche eventi culturali live.

Tutte le puntate si possono riascoltare direttamente sul sito in diretta una settimana al mese e sulla pagina Instagram alle ore 13. Potete seguirli anche sul canale di Facebook.