NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Creatività

DAS - Dispositivo Arti Sperimentali

Centro culturale e spazio creativo giovanile di Bologna

das-bologna-1

Nel centro storico di Bologna, in quella parte di terra che fino al ‘500 fu scalo per il traffico fluviale sul canale Navile e che oggi rappresenta parte integrante del polo culturale cittadino della Manifattura delle Arti, dal 2018 è stato avviato un processo di rigenerazione urbana su uno spazio in disuso da oltre un decennio, grazie a un progetto compartecipato tra pubblico e privato; un percorso non senza ostacoli che ha richiesto una lunga pianificazione, oggi sfociato in una delle più promettenti progettualità culturali del territorio. Il DAS -  Dispositivo Arti Sperimentali, (via del Porto 11\2, Bologna) è uno spazio polifunzionale dedicato alla produzione e alla promozione di progetti artistici multidisciplinari, realizzato grazie a un concorso di idee dell’Ufficio Giovani del Comune di Bologna , già assegnatario di un finanziamento ANCI per lo sviluppo della creatività giovanile; che ha assegnato a una cordata di associazioni locali, poi confluite in un comitato di scopo, la gestione degli spazi.

Aperto al pubblico per la prima volta nel gennaio 2019 durante Art City Bologna, con una collettiva di giovani artisti nazionali e internazionali, il DAS ha accolto più di 100 iniziative ed eventi dando vita a una proposta eterogenea e sfaccettata che privilegiasse la qualità e la ricerca in ogni ambito artistico: festival come BilBolbul, SCIE Festival, rassegne di videoarte, laboratori di filo teso e arti circensi, workshop teatrali con nomi di spicco del panorama oltre confine, contest di poetry slam, proiezioni e piccoli eventi per la promozione di artisti locali o giovani. DAS fa inoltre parte del network di ARCI avendo scelto di diventare un circolo a tutti gli effetti, ad oggi con circa 150 soci.

Oggi, a causa delle restrizioni conseguenza della situazione sanitaria, il DAS ha portato avanti alcuni progetti, in alcuni casi valorizzando le attività a fini sociali: per alcuni mesi, infatti, il centro ha ospitato anche un progetto di accoglienza per giovani adulti stranieri richiedenti asilo con la collaborazione di ASP, del Comune di Bologna, di ARCI e della cooperativa Arca di Noè.

Tra i progetti che si stanno portando avanti ci sono Collagene - proteine culturali, una rassegna di eventi, iniziata nel 2020, e residenze artistiche multidisciplinari; RadioDAS, parte del Tavolo regionale delle web radio dell’Emilia Romagna, col nuovo progetto “Caro Disastro, parliamo di carcere”, una serie di podcast finanziata dal bando ANG - Agenzia Nazionale Giovani, che esplora i temi della detenzione, della libertà, dell’uso di sostanze e dell’emergenza abitativa attraverso le parole di alcuni giovani ex detenuti e non solo.

DAS è parte della redazione di Giovazoom, con cui collabora per il coordinamento della redazione regionale.

das-bologna-2

“DAS é un luogo in crescita che si pone continue domande su come recepire, accogliere e dare risposte alle tante situazioni artistiche e sociali che la città e lo sfaccettato panorama culturale pongono - spiega Alessandra Marolla, vicepresidente dell’associazione DAS APS che ha sostituito il comitato di scopo nella gestione dello spazio - ha un sistema di governance orizzontale al quale prendono parte tutti i membri dell’assemblea che lo compone e rappresenta. DAS ha scelto di preservare e proteggere, amplificandole, le attività possibili in presenza garantendo massime tutele e rispetto delle regole. Le residenze artistiche multidisciplinari, la web radio, la produzione multimediale sono la materia rimasta intatta che ha determinato la nostra unica risposta possibile in questo difficile momento storico e sociale. Abbiamo accolto un’ emergenza della città, un bisogno dei più fragili  e, in accordo con le istituzioni del territorio, alcuni rifugiati politici richiedenti asilo durante i mesi freddi hanno potuto trovare a DAS un tetto, un letto e un pasto caldo.

Oggi lavoriamo alla programmazione futura, tentando di tenerci pronti con modi e sguardo nuovi, cercando di non soccombere e lasciare aperta la possibilità al mutamento di divenire azione e gesto rigenerante”.

 

Per seguire tutte le attività qui i canali social:

DAS Facebook

DAS Instagram

RadioDAS Facebook

 

archiviato sotto: ,,,