banCO: innovazione sociale, industria creativa, economia circolare

banCO: innovazione sociale, industria creativa, economia circolare
Quando dal 19/11/2019 alle 18:30
al 07/12/2019 alle 22:00
Dove Ferrara
Aggiungi l'evento al calendariovCal
iCal

Nel celebre libro ‘Di cosa parliamo quando parliamo d’amore’ Raymond Carver racconta di quattro amici che si ritrovano a discutere davanti ad una bottiglia di gin dell’amore e della sua diversa percezione. Per tre sere, da martedì 19 novembre, l'Associazione Basso Profilo invita a ragionare in maniera schietta, come in un dopocena tra amici, di innovazione sociale, industria creativa ed economia circolare.
A ciascuna serata di “Cosa parliamo quando parliamo di…”, un percorso che fa parte del progetto "banCO: coworking, comanufacturing, community" che Basso Profilo sta sviluppando nel triennio 2018-2020 grazie al contributo del Comune di Ferrara e dell'Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Emilia-Romagna, parteciperanno esperti del settore che, raccontandosi e confrontandosi con i presenti, daranno concretezza a tematiche di cui tutti oggi parlano, spesso senza saperne molto.

Attraverso una serie di incontri - un laboratorio e due seminari – potrete scoprire direttamente dalla voce dei protagonisti i segreti delle professioni creative. L’obiettivo del ciclo è far sì che chi già lavora nel settore culturale o vorrebbe intraprendere questo percorso, e anche coloro che vogliono conoscere meglio i lavori legati alla nuova economia, possano imparare dai migliori esperti in materia a livello nazionale come realizzare la propria ‘cassetta degli attrezzi’.
Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero e gratuito e si svolgeranno negli spazi di Wunderkammer (Palazzo Savonuzzi, via Darsena 57) dalle ore 18.30 alle 20.30. 

Il programma nel dettaglio

Il primo appuntamento si svolgerà martedì 19 novembre e sarà un laboratorio di innovazione sociale condotto da Kristian Mancinone di AREA S3 di Ferrara-ART-ER. All'incontro parteciperanno Matteo Zulianello (ènostra) e Paolo Piras (Liberex). 

Venerdì 22 novembre si terrà un seminario, curato da Acta - Associazione dei freelance, sull'industria creativa. Nicola D’Agostino e Irene Bortolotti parleranno del mondo delle partite iva e della cessione del diritto d’autore. 

L'ultimo incontro, venerdì 29 novembre, con Centoform, sarà dedicato a parlare di economia circolare. Interverranno Giovanni Gallerani, direttore tecnico e responsabile ricerca e sviluppo alla Macè srl (Holding Pivetti) a Terre del Reno (Ferrara), e Andrea Cavagna, architetto e cofondatore di Sfridoo, startup dell’economia circolare che aiuta le aziende ad ottimizzare i processi di gestione dei materiali di scarto e cespiti aziendali.

A questi incontri seguirà l’hackathon ‘banCO di prova’ (il 7 dicembre dalle 10 alle 22 sempre a Wunderkammer) durante il quale ai giovani creativi verrà offerta la possibilità di mettersi alla prova con un’idea imprenditoriale innovativa. I vincitori dell’hackathon avranno modo – poi – di sviluppare la propria idea grazie a un contributo economico, un periodo d’uso gratuito di una postazione coworking a Wunderkammer e servizi di incubazione e tutoring da parte dei professionisti di ArtER, Centoform e Acta.

Il progetto "Di cosa parliamo quando...." è ideato e curato da Basso Profilo, in collaborazione con il Comune di Ferrara, l'AREA S3 di Ferrara coordinata dal Consorzio Attrattività Ricerca Territorio -ER, l’ente di formazione Centoform e l’associazione per la tutela dei freelance Acta, Er.Go - Azienda regionale per il diritto agli studi superiori. L'iniziativa rientra all'interno della progettualità, sostenuta anche dalla Regione Emilia-Romagna attraverso la legge regionale 14/08 (Norme in materia di politiche per le giovani generazioni), banCO: coworking, comanufacturing, community nata per attivare anche a Ferrara delle esperienze condivise di lavoro e progettazione. Dal 2014, grazie a 5 postazioni di coworking, hanno avuto modo di lavorare e crescere professionalmente negli spazi di Wunderkammer giovani designer, architetti, artigiani, grafici, progettisti europei, illustratori, freelance attivi nel mondo della moda, dell’organizzazione di eventi o dell'editoria. L’obiettivo di questa nuova fase del progetto banCO è quello di creare un community hub nel quartiere Giardino-Darsena a partire dal rafforzamento dell’esperienza omonima di coworking attivatasi a Palazzo Savonuzzi. I community hub sono spazi ibridi che fanno inclusione sociale e allevano talenti, promuovono e accompagnano processi di rigenerazione urbana e provano a contrastare l’esclusione, generando lavoro.

Per maggiori informazioni

Scrivete a

Scaricate la locandina (pdf, 2.3 MB) dell'iniziativa

archiviato sotto: ,,,