NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Partecipazione

YoungERcard: Punti Cardinali

Le idee dei giovani cesenati diventano progetti di volontariato

Offrire ai giovani, dai 16 ai 29 anni, l’opportunità di vivere brevi, ma significative esperienze di volontariato per far scoprir loro quant’è bello rendersi utili per gli altri. Ma soprattutto mettersi in ascolto dei giovani, raccogliere le loro idee e trasformarle in progetti di volontariato utili a tutta la comunità. Sono questi gli obiettivi del macro-progetto “Punti Cardinali” collegato alla YoungERCard e portato avanti dal 2016 dall’Unione dei Comuni Valle Savio.

Per saperne di più abbiamo contattato Luca Galassi del Progetto Giovani del Comune di Cesena.
“Nel 2017 sono state coinvolte circa 50 Associazioni di Promozione Sociale che, con i loro progetti, hanno permesso a 470 ragazzi e ragazze di svolgere attività di impegno civico nel territorio dell'Unione Valle Savio, ricevendo in cambio, attraverso la YoungERcard, un bonus simbolico da utilizzare come titolo di acquisto per libri, materiale scolastico e cancelleria presso librerie e/o altri esercizi convenzionati.” Dopo questa presentazione generale Galassi prosegue illustrandoci nel dettaglio come “Punti Cardinali” venga sviluppato a Cesena.

Attivamente Giovani

“A Cesena – afferma Galassi – il Comune, in accordo con le associazioni locali e in convenzione con l’Anci, ha attivato il progetto Attivamente Giovani che rientra nella macro-progettualità di Punti Cardinali. Lavoriamo su due fronti. Da un lato tramite l’Informagiovani offriamo ai giovani l’opportunità di vivere un’esperienza di volontariato della durata limitata in associazioni di volontariato del territorio che operano in ambito culturale, educativo, sociale e ambientale. Dall’altro lato curiamo molto l’approccio partecipativo affinché ragazzi e ragazze (16-29 anni) possano manifestare bisogni, elaborando progetti civici volti a migliorare la città.” In pratica i giovani del territorio partecipano all’identificazione delle progettualità nelle quali impegnarsi e prendono parte alle attività come volontari.

Un esempio concreto è l’esperienza della BICITECA: in sella a una bici recapitare i libri della biblioteca di quartiere a casa degli anziani e fermarsi a leggerli con loro. “Tutto è nato – ci spiega Luca Galassi – due anni fa all’interno del centro di aggregazione giovanile Spazio Lib(E)ro nel quartiere Dismano dove ragazzi e ragazze si erano resi conto della difficoltà da parte degli over 65 di recarsi personalmente a ritirare i libri in biblioteca. Il progetto ora si è concluso, ma speriamo di attivarlo in altri quartieri.”
Un’altra significativa esperienza di volontariato, nata sempre dall’idea di alcuni giovani, è quella dei FACILITATORI INFORMATICI. In questo caso l’input è venuto dall’associazione degli studenti di ingegneria informatica per supportare gli anziani che hanno poca dimestichezza con le nuove tecnologie. Per affiancarli in questo ruolo di “facilitatori informatici” hanno elaborato un progetto di volontariato a cui altri loro coetanei anche di altre facoltà possono partecipare.
“Attualmente – conclude Luca Galassi – stiamo promuovendo percorsi partecipativi per raccogliere idee da parte dei giovani sul nuovo polo universitario. Dal prossimo anno accademico, infatti, varie facoltà si sposteranno nella zona dell’ex-zuccherificio: si tratta di un’area in via di trasformazione e ci piacerebbe potessero nascere dal basso, dagli studenti appunto, progetti di impegno civico per soddisfare i bisogni emergenti.”

eSTATEATTIVI

Si tratta di un altro progetto di promozione dell'impegno civile volontario promosso sempre dal Comune di Cesena. Rispetto ad “Attivamente Giovani”, a cui è collegato, “eSTATEATTIVI” è rivolto solo a ragazzi/e dai 16 ai 18 anni e si svolge nel solo periodo estivo (dal 1° giugno al 1° settembre) con un impegno massimo di 25 ore settimanali. L’obiettivo è però lo stesso: valorizzare la partecipazione attiva proponendo a ragazzi e ragazze di impegnarsi come volontari in iniziative pratiche e utili per la città come ad esempio assistere gli animatori nei centri estivi, partecipare all’organizzazione di eventi, supportare la guardia costiera col centro soccorso sub perla sicurezza in mare…Anche loro, come i partecipanti di “Attivamente Giovani”, ricevono a fronte del loro impegno un bonus da spendere presso le librerie e/o cartolerie convenzionate e in più un attestato che viene consegnato a settembre in un’iniziativa pubblica al Foro Annonario alla presenza dei rappresentati delle Istituzioni Locali. Dall’11 maggio andando sul sito dell’Informagiovani di Cesena sarà possibile iscriversi all’edizione 2018 di “E state Attivi”

Nel 2017 vi hanno preso parte 450 ragazze e ragazzi che hanno scelto uno dei 41 progetti proposti dalle associazioni locali aderenti all’iniziativa.

Un identikit dei giovani volontari

Perché tanti giovani cesenati decidono di partecipare a “Attivamente Giovani” e a “eSTATE ATTIVI”? A quali progetti di volontariato sono più interessati? Che valutazione danno dell’esperienza vissuta? Abbiamo rivolto queste domande a Michela Razzardi dell’Informagiovani di Cesena.

“All’esperienza estiva partecipano soprattutto studenti dei licei e degli istituti tecnici che vogliono impegnarsi durante le vacanze estive in un progetto concreto per sentirsi utili. Molti di loro scelgono di affiancare gli educatori presso i centri estivi o di partecipare ad attività a contatto con la natura come nel caso del progetto promosso dall'Istituto Agrario o dal Museo di Scienze Naturali.
Ad Attivamente Giovani prendono parte soprattutto universitari che o scelgono di impegnarsi in un ambito inerente al loro corso di studi o che desiderano sperimentare l’ambito sociale per il loro futuro professionale. Stando ai dati che rileviamo coi nostri questionari più dell’80% ripeterebbe l’esperienza e ciò dimostra come le ragazze e i ragazzi cesenati siano pronti a mettersi in gioco, come cittadini attivi, per fare qualcosa a favore della loro comunità.”

Per saperne di più

Il sito dell’Informagiovani del Comune di Cesena
Il progetto Attivamente Giovani
Il Progetto eSTATEATTIVI