NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Partecipazione

Reggio Emilia. Inaugura #viacassoliuno

Da sala slot illegale a coworking per le associazioni giovanili

Via Cassoli UnoDa sala gioco irregolare, poi sequestrata e assegnata in via definitiva al Comune di Reggio Emilia, a coworking per le associazioni giovanili. Da luogo di illegalità a punto di riferimento in città per la partecipazione giovanile con la presenza del servizio comunale Officina Educativa. Da locali adibiti al gioco d’azzardo a un open space dove ragazzi e ragazze di varie associazioni, insieme, realizzeranno attività culturali per valorizzare i talenti giovanili e percorsi di cittadinanza attiva per i loro coetanei.

La nuova vita di#viacassoliuno prenderà ufficialmente il via sabato 24 marzo 2018: prevista l’inaugurazione alle ore 18 con una serie di eventi ideati e gestiti dai giovani delle 10 associazioni che si sono aggiudicate il bando lanciato dal Comune lo scorso ottobre.

Il percorso

Nell’attesa del taglio del nastro, facciamo un passo indietro con l’aiuto di Alfonso Corradini Responsabile U.O.C. Partecipazione Giovanile e Benessere del Comune di Reggio Emilia. “Quando ad agosto 2017 il bene sequestrato è diventato di proprietà del Comune – ci spiega – è stato deciso di riqualificarlo affinché diventasse una palestra di educazione civile per le nuove generazioni, dandogli quindi una nuova vita dal forte valore simbolico.” Innanzitutto si è optato per il trasferimento in ViaCassoliUno dell’InfoPoint del Comune gestito dall’Officina Reggiana Educatori che segue tra gli altri i progetti di volontariato della YoungeERcard e di Giovani Protagonisti. “Contemporaneamente – prosegue Corradini – abbiamo pensato di mettere questo spazio, parliamo di 160 mq, a disposizione delle associazioni giovanili di Reggio con cui già stavamo svolgendo un percorso di partecipazione.”

Ma Corradini e il suo staff non si sono limitati a immaginare che #viacassoliuno potesse diventare il punto di riferimento per il protagonismo giovanile in città, offrendo una sede alle varie associazioni formate da under 30. “Il bando che abbiamo lanciato – precisa – prevedeva l’assegnazione dell’open space solo a quelle associazioni che avessero presentato un progetto di rete. Chiedevamo cioè alle associazioni giovanili di uscire dal proprio guscio e di creare un network tra loro, presentando un progetto condiviso da sviluppare insieme in #viacassoliuno per promuovere la cittadinanza attiva tra i loro coetanei.” E il feedback da parte delle associazioni giovanili c’è stato ed è stato anche più positivo di ciò che l’amministrazione comunale si aspettava. Al bando si è infatti presentata una rete formata da ben dieci associazioni: c’è chi opera in campo artistico-culturale, chi in ambito socio-educativo, chi si connota più per un impegno civico e poi ci sono associazioni formate anche da ragazzi e ragazze di etnie diverse che si occupano di integrazione e non solo. Tutte insieme queste associazioni da gennaio 2018 sono al lavoro per dare concretamente il via al progetto. “Si sono costituiti tre gruppi – ci spiega Corradini – uno impegnato a definire la gestione comune degli spazi di coworking, uno che sta definendo le strategie migliori per comunicare coi giovani e il terzo che si sta occupando dell’inaugurazione.”

La testimonianza di Lorenzo, referente associazione Age
Lorenzo Sebastianelli - AGE

Per saperne di più abbiamo contattato l’associazione capofila del progetto su #viacassoliuno, l’Age (Associazione Giovani in Europa) e più precisamente Lorenzo Sebastianelli, giovane universitario che ha seguito i vari step del percorso, credendoci fermamente anche nei momenti di difficoltà e motivando col suo entusiasmo gli altri giovani della rete. 
[Ascolta la sua dichiarazione su Spreaker]

“Come Age abbiamo iniziato a collaborare col Comune nel 2014 prima contattando le varie associazioni giovanili formali e informali presenti a Reggio e poi lanciando il tavolo di coordinamento chiamato TROVIAMOCI per conoscerci, scambiarci idee e condividere bisogni e risorse. E’ all’interno di questo coordinamento che è nata l’idea di dar vita al network per partecipare al bando su #viacassoliuno. Non è stato semplice uscire dal proprio ambito d’interesse associativo e cercare insieme con le altre associazioni di ideare un progetto comune. Però alla fine ce l’abbiamo fatta! In sintesi i punti su cui vogliamo lavorare in #viacassoliuno sono i seguenti: dar spazio ai talenti dei giovani organizzando contest artistici e culturali, stimolare la cultura critica delle giovani generazioni organizzando workshop su vari temi, promuovere l’associazionismo giovanile raccontando la nostra esperienza di giovani volontari e diffondendola con vari canali informativi in città. Ultimo punto, su cui anche il Comune tiene molto, è il fatto che la nostra sia una rete aperta, aperta ad accogliere nuove associazioni che abbiano bisogno di un luogo in cui incontrarsi, e aperta all’ascolto di giovani che vogliano esporre le loro idee e loro progetti.”

Le aspettative di Sara, referente PerDiQua associazione Onlus

“Come PerDiQua associazione Onlus, di cui fanno parte circa 200 giovani volontari impegnati nell’assistenza a bambini, disabili, anziani e in progetti educativi nei quartieri popolari, siamo entusiasti di partecipare a questo coworking sociale. – ci dice Sara Bigi – Già mi vedo in #viacassoliuno intenta a preparare un cartellone, mentre nell’open space qualcun altro di un’altra associazione sta lavorando a una sua iniziativa. Sarà l’occasione per conoscerci meglio, scambiarci idee magari davanti a un caffè nell’angolo ristoro o seduti sui divanetti nel salottino: questo vuol dire concretamente fare rete! Penso sarà anche molto stimolante formarci insieme noi giovani volontari su tematiche che ci riguardano: dalla conduzione dei gruppi alla riforma del terzo settore. Infine a #viacassoliuno sarà più semplice collaborare coi referenti comunali sulle politiche giovanili e volontariato visto che proprio lì sarà attivo un infopoint per la YoungERcard e per il progetto Giovani Protagonisti”.

A noi non resta che fare l’in bocca al lupo a tutte le 10 associazioni giovanili di Reggio Emilia per l’inizio della loro avventura in #viacassoliuno. Stay tuned! Appena ce le manderanno posteremo le foto dell’inaugurazione del 24 marzo 2018.

Per saperne di più:

Leggi la notizia: "Nasce #viacassoliuno: il bando e le associazioni vincitrici"

Leggi la notizia: "Da sala giochi irregolare a spazio per i giovani"

Segui su Facebook Via Cassoli Uno