Forlì città del Novecento. Inaugurazione

Forlì città del Novecento. Inaugurazione
Quando 21/04/2017
dalle 17:00 alle 23:00
Dove Forlì (FC)
Aggiungi l'evento al calendariovCal
iCal

Dal 21 aprile al 18 giugno si terrà la terza edizione del Festival "Forlì, città del Novecento", organizzata dal Comune di Forlì in collaborazione con Atrium.

In poco meno di due mesi diversi luoghi della città ospiteranno eventi, laboratori didattici, convegni, workshop, rassegne cinematografiche e mostre. All’Ex Gil (viale della Libertà 21) saranno ben cinque le esposizioni che racconteranno un periodo storico così importante per la nostra identità e carico anche di contraddizioni. Venerdì sera, in occasione dell'apertura del Festival, verrà inaugurata la mostra su “Architettura e Urbanistica nelle terre d’oltremare. Dodecaneso, Etiopia e Albania 192-1943”, che fa seguito a quella di Cesare Valle realizzata nel 2015, ed è curata dal Professore Ulisse Tramonti. Per l'occasione sarà anche possibile visitare le altre mostre presenti all'ex Gil, con la guida dei curatori e dagli organizzatori.

L'aperturà del Festival vedrà gli interventi dell'Assessore regionale alla Cultura, alle Politiche Giovanili e alle Politiche per la Legalità Massimo Mezzetti, del Sindaco di Forlì Davide Drei, della Presidente di Atrium Elisa Giovannetti, del Professore Ulisse Tramonti e della Sindaca di Raša Glorija Paliska Bolterstein.

A seguire, alle ore 19, nella Sala Dibattiti dell'edificio, avverrà la proiezione del documentario prodotto da Rai 150 anni - La storia siamo noi, "Cotignola. Il paese dei giusti" del giornalista e autore televisivo Nevio Casadio, che racconta le vicende avvenute nella cittadina romagnola che, dal 1943 al 1945, offrì rifugio a 41 ebrei in fuga dalle persecuzioni razziali e dalle retate naziste. L’ingresso alla proiezione è ad invito. Chi desidera prendervi parte dovrà segnalarlo alla Segreteria organizzativa del Festival. 

Trovate qui il calendario con tutti gli appuntamenti in programma fino al 18 giugno. 

Per maggiori informazioni visitate il sito di Atrium

 

archiviato sotto: