NEWS

LE NOTIZIE DAL PORTALE GIOVANI

Creatività

Incredibol! 2018

Al via la settima edizione del bando. Diverse le novità!

Incredibol! 2018 l’INnovazione CREativa DI BOLogna: c'è tempo fino al 30 ottobre per partecipare al bando che sostiene i progetti d’impresa culturale e creativa in Emilia-Romagna offrendo contributi, spazi e servizi di accompagnamento.

Anche nel 2018 il progetto, coordinato dal Comune di Bologna in collaborazione con un’ampia rete di partner pubblici e privati e sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, è aperto a tutta la regione e permette di aggiudicarsi contributi in denaro per un totale di 150.000 euro e di accedere ai servizi offerti dalla rete dei partner di progetto.

INCREDIBOL! fa parte di un programma triennale che vede impegnati Comune di Bologna e Regione Emilia-Romagna per il rafforzamento del settore delle Industrie Culturali e Creative regionali, inserite nella strategia di specializzazione intelligente regionale come settore a forte potenziale di sviluppo, in grado di generare posti di lavoro di qualità e contribuire allo sviluppo sostenibile.
Nel corso delle sei edizioni precedenti INCREDIBOL! ha ricevuto un totale 621 domande per un totale di 2021 partecipanti; i progetti vincitori sono stati 96, attivi in tutti gli ambiti creativi.

Cosa offre INCREDIBOL! 2018

Prima di tutto 150mila euro - divisi in 15 contributi da 10.000 € ciascuno - per avviare o consolidare la propria attività, ma anche servizi di formazione, consulenza e promozione, oltre al vantaggio di entrare a far parte di una ‘community’ composta dai vincitori delle precedenti edizioni e dai partner di progetto.

La novità di quest’anno è che, in coerenza con la nuova legge sulla musica approvata dalla Regione Emilia-Romagna e con gli obiettivi di Bologna Città Creativa della Musica UNESCO, si amplia la sezione tematica riservata ai progetti d'impresa in ambito musicale, nell'ottica di rafforzare le competenze imprenditoriali e la dimensione industriale del settore. Per questo una quota di 50.000 euro del contributo totale di 150.000 sarà riservata alle realtà nascenti della filiera musicale.

Inoltre, la Città Metropolitana di Bologna assegnerà due menzioni speciali “Antonio Barresi” da 3mila euro ciascuna, in memoria del responsabile di ‘Progetti d’impresa’ che ha creduto nel progetto INCREDIBOL! fin dalla sua nascita, riservati a imprese o liberi professionisti dell'area metropolitana bolognese.

Come partecipare

Da quest’anno la partecipazione è possibile solo compilando un form online, accedendo con credenziali FedERa o SPID. 
Fino al 30 ottobre 2018 potranno candidare i propri progetti d’impresa associazioni, neo-imprese e professionisti del settore culturale e creativo (provenienti da tutto il territorio dell'Emilia-Romagna) under 40 e attivi da non più di 4 anni.
INCREDIBOL! premierà i progetti più innovativi e con chiari obiettivi di sostenibilità economica nei settori creativi, tra cui il design, l’artigianato artistico, l’industria del gusto, la moda, l’editoria, la TV e la radio, il cinema, la musica e spettacolo, l’architettura e l’arte contemporanea.

Tutte le informazioni sul sito di INCREDIBOL!

La rete

Il progetto INCREDIBOL!, coordinato dal Comune di Bologna e co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna è realizzato grazia alla collaborazione di una rete di partner pubblico-privati, ovvero: Accademia di Belle Arti di Bologna, Alma Mater - Università di Bologna, ARCI Bologna, Associazione Fare Lavoro, ASTER, BAN Business Angels Network, Camera di Commercio di Bologna, Centro Musica Modena, CFP Futura, Città Metropolitana di Bologna, CNA Bologna, Demetra Formazione, ECIPAR Bologna, ERVET, FEDERMANAGER Bologna, Fondazione Flaminia, Fondazione Golinelli, Fondazione per l’Innovazione Urbana Bologna, IAAD, Kilowatt, Legacoop Bologna, Ordine degli Architetti di Bologna, Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna, PerMicro, Studio Dott. Francesco Capizzi - Giurista d'Impresa, Studio Legale Pellegrino, TIM WCAP.

Info e contatti:


0512194747
www.incredibol.net
facebook.com/incredibol

archiviato sotto: