Cosa facciamo

Norme, atti amministrativi, bandi regionali e il ruolo dell'Osservatorio
Cosa facciamo

La Regione Emilia-Romagna si è dotata di una legge in materia di politiche giovanili sin dal 1996, per giungere poi, nel 2008, all'adozione della legge n.14 "Norme in materia di politiche per le giovani generazioni", legge di sistema che richiama tutte le normative regionali per quanto riguarda l'infanzia, l'adolescenza e i giovani e alla quale sono state apportate successivamente alcune modifiche. Consulta la Legge regionale n. 14/2008 e successive modifiche

In base a quanto previsto all’art. 7 della L.R. 14/08, la Regione ha istituito l' Osservatorio regionale per l'infanzia, l'adolescenza e i giovani al fine di fornire un impianto certo e coordinato di conoscenze sulla reale condizione delle nuove generazioni in Emilia-Romagna. 

Osservatorio regionale

L'Osservatorio si articola in due sezioni:

  • infanzia e adolescenza
  • giovani

I compiti, in sintesi, svolti dall' Osservatorio - Sezione Giovani, sono i seguenti:

  • raccolta, analisi e restituzione di dati inerenti i progetti finanziati e le ricerche svolte a livello regionale da soggetti istituzionali e del terzo settore in materia di politiche giovanili;
  • realizzazione di mappe aggiornate di servizi pubblici e privati e delle risorse a livello regionale destinate alle giovani generazioni;
  • promozione ed attivazione di indagini e ricerche specifiche sulla condizione giovanile;
  • elaborazione di rapporti e pubblicazioni volti alla restituzione dei dati, anche attraverso strumenti ed azioni di comunicazione e divulgazione

Funzioni, strumenti ed azioni

Ecco le funzioni, gli strumenti e le azioni previste per l'attivazione dell' Osservatorio Giovani Regionale in coerenza con le previsioni normative della Legge Regionale n. 14/08:

  1. Sistema di Geo-referenziazione on-line degli spazi giovanili: implementazione di un sistema on-line di mappatura dei servizi di interesse per il mondo giovanile in Emilia-Romagna in grado di fornire informazioni utili agli utenti interessati (ad. es. orari di apertura al pubblico, attività svolte, strutture disponibili)

  2. Sistema di valutazione e monitoraggio dei progetti in materia di politiche giovanili: raccolta dei progetti in spesa corrente finanziati dalla Regione Emilia-Romagna ai sensi della L.R. 14/08 e predisposizione di un sistema standard di monitoraggio e valutazione per i progetti in materia di politiche giovanili realizzati sul territorio regionale

  3. Indagini e ricerche per la diffusione dei dati nei QUADERNI GIOVAZOOM: attivazione di strumenti di analisi, raccolta ed elaborazione dei dati per una migliore comprensione della condizione, delle aspettative e dei bisogni delle giovani generazioni in Emilia-Romagna, promozione di documenti, report, analisi ed eventi di potenziale interesse per gli utenti (amministratori, funzionari e operatori in materia di politiche giovanili e giovani cittadini) in materia di politiche giovanili

  4. Attività di Formazione e coinvolgimento degli Enti locali: realizzazione di percorsi formativi rivolti ad operatori e funzionari degli enti locali in materia di politiche giovanili, al fine di acquisire competenze: 
    - per "supportare" l'accesso alle nuove categorie di finanziamenti europei previsti per il periodo 2014-2020;
    - per "rafforzare" la realizzazione di progettualità in grado di integrare più operatori del territorio e rispondere ai fabbisogni dei giovani cittadini;
    - per "usufruire" degli strumenti (in termini di informazioni, metodologie e servizi) messi a disposizione dall'Osservatorio e dalle azioni promosse dall'Assessorato Politiche Giovanili in materia.

Delibere e bandi

La Regione Emilia-Romagna emette ogni anno dei bandi, sotto forma di delibere, per promuovere le attività rivolte ai giovani sul nostro territorio. La Regione sostiene inoltre gli interventi diretti all'acquisto di dotazioni tecnologiche o alla ristrutturazione di locali nei quali i giovani si ritrovano.

I bandi possono essere aperti alla partecipazione degli enti locali (Comuni e Unioni di Comuni). 

Bando 2017 - Procedura chiusa 

Con la  deliberazione di Giunta n. 264/2017 (pdf, 403.4 KB)  la Regione ha approvato l'avviso per la presentazione dei progetti territoriali in materia di politiche giovanili. 

Per partecipare all’assegnazione dei fondi occorre seguire la procedura che trovate in questi form on line:

- Scheda Progetto da compilare per richiedere contributi in materia di Aggregazione / Informagiovani / Proworking / Creatività - Allegato 1.1

- Scheda Progetto da compilare per richiedere contributi in materia di Protagonismo Giovanile / YoungERcard - Allegato 2.2

Scadenza per presentare le domande: 19 maggio 2017.

I progetti finanziati

Abbiamo raccolto qui i progetti finanziati negli ultimi anni: 

Rapporto sociale Giovani Generazioni

La legge regionale 14/08 "Norme in materia di politiche per le giovani generazioni" impegna la Giunta, all'art.46, a presentare ogni tre anni una valutazione complessiva degli interventi regionali realizzati in attuazione della legge, dei risultati ottenuti, delle risorse impegnate e delle modalità di selezione dei progetti che hanno ricevuto un contributo economico. 

E' quello che noi abbiamo voluto chiamare "Rapporto sociale Giovani Generazioni" e che è stato redatto, l'ultima volta, nel 2014. 

La prima parte del testo riguarda l'infanzia, l'adolescenza e l'età giovanile. Vengono descritti tutti gli interventi regionali per le giovani generazioni suddivisi in quattro aree di politiche trasversali: sicurezza, indipendenza, coesione e partecipazione. Gli ambiti considerati sono molteplici: da quelli educativi, scolastici e di sviluppo delle opportunità lavorative, sino a quelli culturali, dello sport e del tempo libero; dai servizi sanitari, sociali e sociosanitari a quelli dell’ambiente, della mobilità e della casa.
Per ognuna delle oltre 50 azioni presentate, il rapporto contiene gli elementi essenziali relativi all’intervento: obiettivi, riferimenti normativi, caratteristiche, destinatari, dati e prospettive di sviluppo futuro.

Segue la descrizione degli esiti del confronto con le parti sociali che sono state coinvolte nel processo a maggio 2014.

La seconda parte della relazione, elaborata in forma diversa, intende dare riscontro dell’impegno dell’Assessorato alle Politiche Sociali e dall’Assessorato alle Politiche Giovanili nell’ambito delle "azioni di sistema" prefigurate dalla legge, con una lettura delle principali attività svolte nell’ultimo triennio attraverso la lente dell’impulso allo sviluppo di politiche integrate, delle collaborazioni istituzionali, delle connessioni e delle azioni trasversali con i territori. 

Consulta (pdf, 1.4 MB) il Rapporto Sociale Giovani Generazioni 2014